Evento:

In occasione della ricollocazione dell’urna contenente le Sacre spoglie del Santo Valentino nella Basilica a lui dedicata, DOMENICA 9 FEBBRAIO dalle ore 11,30, il centro culturale valentiniano organizza un corteo storico con abiti del 1600.

Personaggi:

  • i sei Priori dei sei Rioni della città di Terni, (Adultrini, Fabri, Rione di Sotto, Castello, Amingoni, Rigoni.).
  • cinque famiglie nobili che contribuirono a realizzare cinque delle sei cappelle laterali dell’attuale Basilica di San Valentino ove sono custodite e venerate le Sacre spoglie: Fam. Sciamanna, Fam. Galeani, Fam. Mancini, Fam. Leoncini e Fam. Iozzi.

Aprirà il corteo l’antico gonfalone della città di Terni, così come disegnato dallo storico, archeologo e artista ottocentesco ternano Luigi Lanzi, su richiesta dell’allora sindaco Alessandro Fabri.

Antico Gonfalone della città di Terni

GONFALONE

Nell’Antico gonfalone della Città sono rappresentati i suoi tre simboli principali: Il Thyrus, L’Aquila ghibellina e l’Angelo crucifero guelfo; sotto gli stemmi dei sei rioni cittadini. Cosi scrisse Luigi Lanzi nelle sue ricerche storiche: ” in un messaggio autografo di Lodovico Jacobelli, appartenente poi a Mons Faloci Pulignani di Foligno, leggesi:” la città ha tre armi, cioè un serpente detto Tiro con due piedi, che sta dentro un fiume, in mezzo; et un’Angelo che tiene una croce in mano a destra, che era l’arma della parte Guelfa ecclesiastica; et alla sinistra un’aquila, arma della parte Ghibellina, Imperiale….”.”

REALIZZAZIONE:

Il gonfalone è stato realizzato, previa autorizzazione dell’amministrazione comunale, a mano dalla sarta del centro culturale valentiniano e dipinto dall‘artista ternana RUBINIA, che il giorno 14 febbraio dopo le ore 15,30, in Basilica, varrà investita del titolo di Ambasciatore di San Valentino V. M.